Insulina spray per i diabetici

insulina-spray.jpg

Una buona notizia per i diabetici arriva dagli Stati Uniti. Presto le quotidiane iniezioni di insulina potrebbero “svanire” in una spruzzata.

Ieri a San Francisco al meeting annuale dell’American Chemical Society, è stato presentato dai ricercatori della MannKind Corporation un  sistema chiamato “tecno sfera” che rende le molecole anti diabete in forma gassosa, così da poterle inalare

Le inalazioni faranno assumere il farmaco tramite i polmoni quindi e non più dall’apparato digerente che in parte le distruggeva, con un efficacia quindi maggiore.

Il sistema è al vaglio della Food and Drugs Administration, l’organo americano di controllo sui farmaci, se non vengono riscontrati problemi o controindicaizoni, un incubo per i diabetici potrà finire.

 

Insulina spray per i diabeticiultima modifica: 2010-03-24T14:42:00+01:00da plutonio_23
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Insulina spray per i diabetici

  1. Ci sono moltissimi alimenti, parlando di frutta e di verdura, che

    hanno quantità di antiossidanti molto elevate.

    Premetto che non vi è alcun intento commerciale, in quanto non ho

    intenzione di citare alcun prodotto commercializzato, ma solo

    divulgare quest’informazione.

    Ultimamente abbiamo preso in analisi il frutto del mangostano e stiamo

    conducendo ricerche da circa un anno nel policlinico di Pavia. Nel

    2013 prenderemo in analisi, probabilmente, anche le bacche di goji.

    Il frutto del mangostano risulta essere utile per problematiche

    topiche, dermatologiche, come la psoriasi, ma come si può leggere di

    seguito, si rivela funzionale in moltissime patologie con causa

    infiammatoria (quasi la totalità delle patologie ha come con-causa

    l’infiammazione cellulare). Su tutte anche il diabete e le

    problematiche cardiovascolari traggono grande beneficio dal consumo

    regolare di mangostano, a quanto ci stanno confermando le ricerche.

    Naturalmente le ricerche sono condotte sul FRUTTO allo stadio naturale

    e quindi gli esiti si intendono da addurre all’effetto del frutto, non

    all’effetto di prodotti in commercio realizzati a base del frutto,

    quindi è bene fare attenzione a questa distinzione e fare attenzione a

    dove si comprano prodotti a base di mangostano e ovviamente a cosa si

    compra.

    Riporto di seguito alcune fonti autorevoli, NON COMMERCIALI ma

    DIVULGATIVE, sull’argomento, per chi volesse approfondire:

    LA STAMPA
    http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/Benessere/grubrica.asp?

    ID_blog=26&ID_articolo=1287&ID_sezione=33&sezione=Salute

    IL SOLE 24 ORE
    http://salute24.ilsole24ore.com/articles/5396-succo-di-mangostano-

    superfrutto-esotico-contro-le-infiammazioni

    NEWSFOOD
    http://www.newsfood.com/q/1b5559b3/mangostano-e-oncologia-prof-

    corrado-ficorella/

    DIABETE.net
    http://www.diabete.net/notizie/il-potere-del-mangostano/

    Anche alcuni blog seri di approfondimento:

    DOCMANGOSTANO
    http://docmangostano.wordpress.com/storia-del-mangostano-

    docmangostano/

    MANGOSTANO BLOG
    http://mangostano-mangostano.myblog.it/

    Dr. Allasia Franco
    Pavia

  2. Ci sono moltissimi alimenti, parlando di frutta e di verdura, che

    hanno quantità di antiossidanti molto elevate.

    Premetto che non vi è alcun intento commerciale, in quanto non ho

    intenzione di citare alcun prodotto commercializzato, ma solo

    divulgare quest’informazione.

    Ultimamente abbiamo preso in analisi il frutto del mangostano e stiamo

    conducendo ricerche da circa un anno nel policlinico di Pavia. Nel

    2013 prenderemo in analisi, probabilmente, anche le bacche di goji.

    Il frutto del mangostano risulta essere utile per problematiche

    topiche, dermatologiche, come la psoriasi, ma come si può leggere di

    seguito, si rivela funzionale in moltissime patologie con causa

    infiammatoria (quasi la totalità delle patologie ha come con-causa

    l’infiammazione cellulare). Su tutte anche il diabete e le

    problematiche cardiovascolari traggono grande beneficio dal consumo

    regolare di mangostano, a quanto ci stanno confermando le ricerche.

    Naturalmente le ricerche sono condotte sul FRUTTO allo stadio naturale

    e quindi gli esiti si intendono da addurre all’effetto del frutto, non

    all’effetto di prodotti in commercio realizzati a base del frutto,

    quindi è bene fare attenzione a questa distinzione e fare attenzione a

    dove si comprano prodotti a base di mangostano e ovviamente a cosa si

    compra.

    Riporto di seguito alcune fonti autorevoli, NON COMMERCIALI ma

    DIVULGATIVE, sull’argomento, per chi volesse approfondire:

    LA STAMPA
    http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/Benessere/grubrica.asp?

    ID_blog=26&ID_articolo=1287&ID_sezione=33&sezione=Salute

    IL SOLE 24 ORE
    http://salute24.ilsole24ore.com/articles/5396-succo-di-mangostano-

    superfrutto-esotico-contro-le-infiammazioni

    NEWSFOOD
    http://www.newsfood.com/q/1b5559b3/mangostano-e-oncologia-prof-

    corrado-ficorella/

    DIABETE.net
    http://www.diabete.net/notizie/il-potere-del-mangostano/

    Anche alcuni blog seri di approfondimento:

    DOCMANGOSTANO
    http://docmangostano.wordpress.com/storia-del-mangostano-

    docmangostano/

    MANGOSTANO BLOG
    http://mangostano-mangostano.myblog.it/

    Dr. Allasia Franco
    Pavia

Lascia un commento